L’amore può durare?

L’amore può durare? E se si, come? A queste e altre domande, senza la retorica che solitamente le accompagna, lo psicologo Mitchell risponde analizzando gli ingredienti principali dell’amore romantico: il sesso, l’idealizzazione, l’aggressività, l’autocommiserazione, il senso di colpa, la dedizione.


Con il suo stile poetico e avvincente, egli ci spiega che cosa possiamo aspettarci dall’amore romantico, da un lato alimentando i nostri sogni di sempre, dall’altro mettendoci in guardia contro le trappole più insidiose, causa di insoddisfazione e di disagio psichico.

Facendo assegnamento su trent’anni di pratica clinica, Mitchell si propone di mostrare come l’amore possa durare solo a condizione di riconoscere la natura paradossale della relazione appassionata, il fatto che – nelle faccende d’amore – costruire e mantenere un coinvolgimento profondo presuppone la consapevolezza che il cambiamento, in quanto interno a un processo governato dall’incertezza, sia indipendente dal nostro controllo. In altre parole, la consapevolezza che l’esperienza umana dell’amore romantico non si identifichi tanto nel senso di stabilità e prevedibilità, di cui peraltro ha bisogno, quanto nel senso della scoperta e del rischio.

Stephen Mitchell è noto e apprezzato nel mondo accademico in veste di traduttore e adattatore di numerosi testi classici antichi e moderni di saggezza e poesia. Plurilinguista, oltre al suo pregevole contributo alla diffusione di testi di alta filosofia, è egli stesso autore e coautore di innumerevoli libri, compreso “Amare ciò che è”, scritto con la moglie, Byron Katie.