immagine-2-2

TERAPIA DI COPPIA: SFATIAMO 12 MITI SUI RAPPORTI

 

Se hai avuto o stai avendo dei problemi nel tuo rapporto, hai probabilmente ricevuto tantissimi consigli. Alcune volte sembra che tutti quelli che sono stati sposati o che conoscono qualcuno che è stato sposato, pensano di avere il segreto per garantire un amore senza fine.

 

Molti miti sui rapporti non sono solo falsi ma potenzialmente distruttivi. Sono pericolosi perché possono portare le coppie verso il percorso sbagliato, o peggio, convincere loro che il loro matrimonio è un caso senza speranza. Il concetto che puoi salvare il tuo rapporto semplicemente imparando a comunicare con più delicatezza è probabilmente la più errata concezione sui matrimoni felici, ma non è l’unica.

Vediamoli uno ad uno.

  1. Il matrimonio è solamente un pezzo di carta

I benefici psicologici e fisici di essere sposati sono enormi. Dopo 50 anni di epidemiologia sociale, è stato stabilito che nei paesi sviluppati la più grande risorsa di salute, benessere e longevità e il massimo benessere dei bambini è un matrimonio soddisfacente e solido.

 

  1. Vivere da soli con relazioni occasionali è una scelta di vita equivalente all’essere sposati in termini di risultati

Nuovamente, l’epidemiologia sociale ha mostrato che – ovunque sul pianeta – le persone che vivono da sole muoiono prima, sono meno in salute, meno benestanti e guariscono dalle malattie meno velocemente delle persone sposate. Questo è particolarmente vero per gli uomini, che hanno una rete di supporto sociale peggiore rispetto alle donne. Quando gli uomini sono impegnati in una relazione, la loro rete sociale aumenta.

 

  1. Gli scontri sono segno di una brutta relazione

Gli scontri sono inevitabili in tutti i rapporti. Inoltre, i litigi ci sono per un motivo – per migliorare la nostra conoscenza del nostro partner. Gli scontri di solito sorgono per tentativi mancati di comunicare, specialmente in una persona che prova ad avvicinarsi emozionalmente all’altra. Le discussioni emergono anche da discordanze nelle aspettative tra partner. Vale quindi la pena parlarne.

 

  1. L’amore è abbastanza

L’amore non è sufficiente perché nella maggior parte dei matrimoni – soprattutto dopo l’arrivo di un bambino – le persone smettono di corteggiarsi e di essere romantici, di fare del buon sesso, divertirsi e fare avventure. Le relazioni finiscono per diventare delle infinite liste delle cose da fare e la conversazione si limita alle faccende. Devi intenzionalmente fare (o mantenere) come priorità queste parti di un rapporto.

 

  1. Parlare a riguardo di ferite emotive passate le peggiorerà solamente

Faulkner una volta disse, “Il passato non è mai morto. Non è neanche passato”. È possibile processare ferite emotive del passato. Non puoi cambiare il passato, ma puoi cambiare il tuo modo di ricordarlo e raccontarlo.

 

  1. Le relazioni migliori sono quelle in cui le persone sono più indipendenti e meno bisognose dell’altro

L’interdipendenza è tutto quello su cui si basano le relazioni. In un buon rapporto, le persone cercano di andare incontro ai bisogni dell’altro. Adottano il motto “quando soffri, tesoro, il mondo si ferma e io ti ascolto”.

 

  1. Se dovete lavorare sulla comunicazione, è un segno che non siete anime gemelle

La cosa certa è che se non lavorate sulla comunicazione, il rapporto si deteriorerà nel tempo, proprio come una macchina della quale non ci si è preso cura e andrà a pezzi. Tutti i rapporti richiedono del lavoro. Il lavoro nei rapporti regola la difensiva e l’ascolto al tuo partner.

 

  1. Se una relazione ha bisogno di terapia, è già troppo tardi

Ci sono 90 mila separazioni all’anno in Italia e meno del 10% delle coppie che divorziano ha parlato con un professionista. La terapia di coppia è molto efficace oggi e molte di queste coppie avrebbero potuto risolvere se avessero cercato aiuto.

 

  1. I motivi per i quali le coppie litigano di più sono il sesso, i soldi e i parenti acquisiti

Il motivo per il quale le coppie litigano di più è niente. Questi litigi sono il risultato di tentativi mancati di connettersi emozionalmente. In questi piccoli momenti, è importante guardare avanti invece di andarsene via.

 

  1. Tutti i conflitti nelle relazioni possono essere risolti

Quasi il contrario. Infatti, il 69% dei litigi nelle coppie sono perpetui (ricorrenti) quindi è richiesto di accettare le differenze di carattere dell’altro. Dialogare riguardo questi problemi perenni per evitare paralisi e risentimento. L’obiettivo è di gestire il conflitto, non di risolverlo.

 

Ti sono stati detti altri miti sui rapporti?

 

Condividili nella sezione dei commenti sottostante.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*