Le domande di una terapia di coppia: attrazione o scelta?

In molti percorsi di terapia di coppia si arriva a domandarsi “Perchè ci si è scelti?”. Secondo Pascal, logico e filosofo che di sentimenti e di esprit de finesse se ne intendeva, “il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce”. L’attrazione che scocca negli sguardi o nelle mani di due persone che si sfiorano rimane un enigma insondabile, almeno per la ragione che tutto vuole spiegare. Eppure, il libro – “Amore e scelta” di Loriedo, Di Giusto e De Bernardis – raccoglie la sfida di psicologi, psicanalisti e scienziati sociali nel voler quantomeno descrivere, catalogare, comprendere la chimica complessa e irriducibile dell’amore, dei suoi successi come dei suoi fallimenti, dei suoi caratteri ricorrenti e delle sue eccezioni. Il risultato è una ricchissima panoramica teorica condotta attraverso la lente delle forme di attrazione, convivenza e comunicazione, non certo priva di reciproche incongruenze e contraddizioni, ma proprio per questo estremamente vitale e riflesso fedele di un oggetto di studio tanto ricco e sfaccettato. Le pagine di questo libro testimoniano, al di qua della “fredda” indagine di laboratorio e dell’interpretazione statistica di test e dati, la profondità di un impulso alla relazionalità e al calore che è prima di tutto bisogno dell’altro, unico vero antidoto alla solitudine.